• Pocket Wi-Fi in Giappone

    Prima di partire è bene a pensare ad una soluzione per avere internet ovunque sarai durante la tua vacanza. Le prime volte che sono stato in Giappone noleggiavo una scheda SIM da mettere nel telefono ma poi mi ritrovavo il più delle volte ad attivare l’ Hotspot per collegarci l’ipad o altri dispositivi.
    Una volta poi avevo preso una scheda della DOCOMO e come per magia …non si attivava!! Mi recai anche in un punto DOCOMO, ma nessuno sapeva spiegarmi il perchè… quindi la soluizione ottimale è quella di noleggiare un POCKET WIFI!

    I vantaggi del pocket wifi sono:

    – è tascabile! io di solito lo butto nello zaino acceso indipendentemente se sto usando internet.
    – la velocità di internet varia tra i 150 e i 300 Mbps… dipende un po’ dalla zona, ma non ho mai avuto problemi di copertura
    – non c’è limite! C’è una soglia di 3 GB al giorno dopo la quale la velocità viene ridotta (nelle versioni standard). La soglia viene azzerata alla mezzanotte!
    – una volta prenotato potrai ritirarlo direttamente in aereoporto oppure fartelo spedire in hotel/residence

    La durata della batteria varia da 8  a 12 ore dipende dall’utilizzo e dalla zona in cui ti trovi. Ti consiglio di portarti un power-bank in modo da poterlo ricaricare via USB in caso di bisogno, se non disponi di un powebank lo potrai noleggiare, ma il mio consiglio è quello di comprartene uno, su amazon trovi ottime offerte e con 25/30 euro trovi già powerbank da 22000mAh, io ad esempio ho questo RAVPower

    Dove moleggiare il Poket WiFi?

    Personalmente i sono sempre trovato bene con la Global Advanced Communication, soprattuto perchè la versione standard è quasi sempre scontata,

    Ad esempio il  Pocket WiFi Standard
    per 14 giorno costa: 6960 yen circa 60 euro.

    Ti conisglio di vistare il sito:  https://www.globaladvancedcomm.com/pocketwifi.html per maggiori informazioni.

    Una volta prenotato puoi richiedere il ritiro ad esempio presso l’ufficio postate dell’aereoporto di Narita.
    Quando uscirai nella hall dell’aereoporto dopo i controlli basta che ti rechi verso gli ascensori di destra e sali al 4° piano una volta salito ti toverai di fronte le partenze, se prendi il corridoio di sinistra dopo 50 metri ti ritroverai l’ufficio postale sulla destra, ti basterà consegnare i moduli per il ritiro del tuo pocket-wifi e ritirarlo, di solito sono già mezi carichi, ti basterà accenderlo e collegare il tuo smartphone. =)

    Al momento del ritiro ti verrà data anche una busta dove inserirlo per rispedirlo al mittente! Lo puoi riconsegnare in qualsiasi ufficio postale, io di solito lo riporto nello stesso ufficio in aereoporto così da sfruttarlo completamente!

    Esistono diversi modelli di Pocket Wifi, ma il prinipio di funzionamento è sempre lo stesso; c’è una rete wifi protetta alla quale collegarsi, poi sul dispositivo trovi un po’ di statistiche tipo: dispositivi collegati, traffico ati utilizzato, consumo batteria ed impostazioni,

    Pocket Wifi in Giappone

  • Il viaggio in Aereo. Cosa fare.

    Siamo pronti per la partenza, ma ci aspetta un viaggio di quasi 12 ore!

    Cosa fare durante il volo?

    Tra le attività che si possono fare durante il volo ci sono sicuramente: dormire, leggere e guardare film.
    Se abbiamo scelto il volo Alitalia troveremo a bordo un pratico computer per l’intrattenimento per ogni posto a sedere, anche per la classe economy.

    Film, serie TV, film di animazione e giochi!
    Troverai un’ampia libreria di film, circa 80 , varie puntati di serie tv e molti film di animazione. Inoltre troverai dei giochi (tipo tetris ecc..) per giocare con il tuo compagno di viaggio o con qualsiasi altro passeggero. Troverai anche delle playlist di musica divise per genere dal rock al jazz che potrai ascoltare con gli auricolari che ti verranno dati a bordo.

    Leggere e disegnare
    Portati qualche libro da laggere, il volo è abbastanza tranquillo e ci sono poche turbolenze, io solitamente mi porto l’ipad per disegnare e per leggere qualcosa in formato digitale. Quasi tutti gli aerei hanno una presa elettrica per ricaricare i dispositivi.

    Organizza il viaggio
    Un’alternativa è quella di  portarti una guida sul Giappone per approfondire cosa vedere in modo da poter risparmiare più tempo possibile tra uno spostamento e l’altro,  Iil sistema di trasporti è il più completo ed efficace al mondo, ma è facilissimo perdere decine di minuti per orientarsi o cercare sul posto il luogo che ci interessa… per questo potresti segnarti l’itinerario più breve direttamente in aereo!

    Internet in volo!
    Ti ricordo che a bordo puoi anche chiedere di connettere il tuo dispositivo al wi-fi dell’aereo… sinceramente non ne ho mai avuto la neccessità… ma se ne avessi bisogno i prezzi attuali sono:
    – 2$ per 10Mb
    – 6$ per 50Mb
    – 12$ per 90Mb
    – 20$ per 200Mb
    Per usare internet dovrai collegarti alla rete Wi-Fi Alitalia con  il tuo dispositivo (computer portatile, tablet o smartphone), avvia il browser per essere reindirizzato al Portale Alitalia Wi-Fi dove potrai acquistare il tuo pacchetto internet.

    Salute e Benessere!
    Se soffri di piccoli disagi o se ti desse fastidio la variazione di altitudine, soprattutto in fase di decollo e atterraggio, prova a fare sbadigli profondi, oppure puoi provare a masticare una caramella nel caso ti si dovessero tappare le orecchie. Cerca di vestirti in modo adeguato, starai seduto per molto tempo quindi evita pantaloni stretti, scarpe nuove… piuttosto portati un cambio. Io di solito mi metto la tuta e mi porto una maglia più grossa nello zaino soprattutto per coprirmi quando dormo! (Alitalia ti offre una coperta ed un cuscino cervicale per dormire!) A bordo troverai anche una serie di esercizi per evitare la trombosi venosa “DVT” (Deep Venous Thrombosis)! Non agitarti è una malatia per lo più ereditaria oppure potrebbe insorgere se ad esempio avessi avuto dei traumi/operazioni agli arti inferiori.
    Ti consiglio di bere acqua abbastanza frequentemente per prevenire la disidratazione, muoverti sui corridoi e fare gli esercizi consigliati. Cerca di dormire il più possibile!! Quando arriverai a Narita saranno le 10:00 (o le 11:00) del mattino quindi avrai tutta la giornata davanti a te! Ti sembrerà di essere sveglissimo, ma una volta finita la dose di adrenalina potresti avere un crollo di stanchezza! =)
    Se porti le lenti a contatto è meglio se durante il volo non le tieni, sarebbe meglio utilizzare degli occhiali, infatti l’area condizionata in aereo è molto secca e le lenti potrebbero irritarti gli occhi,
    Per qualsiasi problema ti invito sempre a contattare l’equipaggio di bordo!

    Hai qualche altro consiglio? Scrivimi a info@simo.tokyo

  • Come Arrivare all’aereoporto di Milano Malpensa

    Milano Malpensa è l’aeroporto da cui parte il volo Alitalia diretto per Tokyo (Narita). Per arrivarci solitamente mi muovo con l’automo, per poi parcheggiare vicino al Terminal 1.

    Per sapere dove parcheggiare a Malepensa clicca qui!


    In Treno

    In alternativa all’auto puoi arrivare in  aeroporto con i treni della “Malpensa Express”, che con 146 corse al giorno, dalle 4.27 fino alle 0.20, collegano il Terminal 2 con la Stazione Centrale di Milano con fermata a Milano Porta Garibaldi.
    Ogni partenza scatta alle .07 e .37 di ogni ora.

    Se invece siete più comodi dalla Stazione di Milano Cadorna le corse saranno 78, dalle ore 5.25 fino alle 23.25.
    Ogni partenza scatta alle .20 e .50 di ogni ora.

    Ad oggi (sett.2018) il costo di una tratta è di €13.00 per adulti, mentre il biglietto ridotto (4-14 anni) è di € 6.50. I bambini sotto i 4 anni viaggiano gratis.


    In taxi

    La corsa dal centro di Milano a Milano Malpensa ha un costo fisso di € 95,00. Questa soluzione potrebbe diventare conveniente se viaggiate in gruppo (almeno 4 persone): in questo modo si spenderanno circa € 23,50 a testa. Se invece volete partire da Fiera Milano Rho il prezzo cala a € 65,00.
    Il tempo di percorrenza, traffico permettendo, è di circa 1 ora.


    Malpensa Shuttle

    I Malpensa Shuttle, bus Gran Turismo in partenza ogni 20 minuti, collegano la Stazione Centrale di Milano con Milano Malpensa.
    Il primo collegamento disponibile dalla Stazione Centrale verso Terminal 2 e Terminal 1 parte alle ore 3.25 del mattino fino alle 0.20 del giorno successivo.
    Il tempo di percorrenza, traffico permettendo è di circa 50 minuti.

  • Assicurazione Sanitaria

    L’assicurazione sanitaria non è obbligatoria per un viaggio in Giappone. Ti consiglio comunque di farla: la sanità giapponese è privata, questo significa che ogni prestazione va pagata per intero (si tratta di somme che variano da centinaia a migliaia di euro per un ricovero).

    Personalmente mi affido sempre all’agenzia Demozzi Assicurazioni di Trento, stipulando un’assicurazione che copre sia l’assistenza sanitaria sia l’eventuale smarrimento del bagaglio durante il viaggio.

    I costi assicurativi si aggirano sui € 75,00 per un soggiorno di 10 giorni, con massimali fino a 25.000,00 euro (bagagli compresi).

     

  • Il Passaporto

    Il passaporto è rilasciato ai cittadini italiani e per i maggiorenni ha durata decennale. Alla scadenza della validità non si rinnova ma si deve richiedere l’emissione di un nuovo passaporto.


    Come e dove presentare la domanda di rilascio del passaporto?

    Per la domanda di rilascio del passaporto puoi recarti negli Uffici di Polizia o alla Questura della tua città, altrimenti puoi consultare il sito: https://www.passaportonline.poliziadistato.it.
    Ti avviso: solitamente le liste d’attesa sono molto lunghe,
    quindi ti consiglio di prenotare con largo anticipo rispetto alla data di partenza.


    La documentazione da presentare

    • Il modulo stampato della richiesta passaporto;
    • Un documento di riconoscimento valido;
    • 2 foto formato tessera identiche e recenti;
    • La ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario.  Il versamento va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.
      La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Solitamente all’ufficio postale ci sono già dei moduli precompilati! Chiedili agli impiegati;
    • Un contrassegno amministrativo da € 73,50, lo trovi anche dal tabaccaio;
    • Se hai già un passaporto e vuoi richiederne uno nuovo a causa di deterioramento o scadenza di validità, insieme alla documentazione deve essere consegnato anche il vecchio documento;
    • Ricordati di portare con te anche la stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto.

    Consegna del documento

    Una volta richiesto il passaporto e consegnata la documentazione completa il documento può essere rilasciato, a seconda della tempistica di completamento dell’istruttoria nei termini di cui all’art. 8 della legge 1185/1967.

    …solitamente si parla di 2/3 settimane.

    Puoi far ritirare il passaporto da un’ altra persona, purché il delegato sia maggiorenne, abbia una fotocopia del documento del titolare del passaporto e una delega legalizzata da un notaio o da un ufficiale dell’anagrafe, scritta in carta semplice. Il delegato dovrà portare con se anche i propri documenti di identità!


    Servizio passaporto a domicilio

    Se abiti lontano dalla Questura puoi farti spedire il passaporto direttamente a casa da Poste Italiane. Il documento ti verrà recapitato a domicilio con un costo di € 8,20, da pagare in contrassegno.

    Se decidi per la consegna a domicilio funziona così:

    • la Questura o commissariato ti consegnerà una busta di Poste Italiane che devi compilare e consegnare sul posto all’Ufficio passaporti, riportando in particolare le informazioni relative al domicilio presso cui desideri ricevere il documento;
    • ti verrà consegnata una stampa della ricevuta che contiene anche il numero della busta in modo da poter tracciare la spedizione sul portale Poste Italiane.

    In caso di mancata consegna:

    • ti verrà lasciato un avviso di mancata consegna e decorsi 30 giorni senza ritiro il documento sarà riconsegnato all’Ufficio passaporti emittente. Per il ritiro alla Posta entro i 30 giorni vale la procedura standard per il ritiro di posta registrata (riconoscimento del destinatario o di altra persona con delega e fotocopia del documento firmata);
    • in caso di indirizzo errato Poste Italiane riconsegnerà il documento all’Ufficio passaporti emittente;
    • in caso di smarrimento della busta Poste Italiane ti rimborserà € 50,00, ma dovrai pagare unicamente il bollettino di € 42,50 per ottenere un nuovo libretto.

    I prezzi che ti ho indicato qui sono quelli validi fino a settembre 2018, potrebbero esserci delle variazioni in futuro! 
    Se hai domande scrivimi pure a info@simo.tokyo.

  • Come posso aiutarti?