Che cos’è il digital wellbeing?

Trascorriamo sempre più tempo online ed è quindi fondamentale che la tecnologia migliori la nostra vita anziché distrarci. La tecnologia è ormai ovunque ed evolve rapidamente. Interessa le informazioni, i modi di collaborare e restare in contatto con gli altri ed il nostro smartphone, è diventato il simbolo di questa rivoluzione tecnologica. In media, negli USA un adulto trascorre online circa 6 ore al giorno controllando il cellulare circa 50 volte al giorno.

Stiamo iniziando a farci più domande sulla qualità del tempo speso online. È tempo speso bene? Aggiunge valore alla mia vita? 

Che cos’è il digital wellbeing?
È la capacità di creare e mantenere una relazione sana con la tecnologia. Significa usare la tecnologia per raggiungere i nostri obiettivi e non come distrazione o ostacolo. Se riusciamo a controllare la tecnologia possiamo usarne il pieno potenziale per trarne dei vantaggi. Sono molti i vantaggi di avere un rapporto sano e bilanciato con la tecnologia. Al lavoro può aiutarci a essere più concentrati e coinvolti. Se siamo più presenti possiamo anche essere più produttivi ed efficaci. Spesso si pensa che i dispositivi ci aiutino con il multitasking, ma in realtà questo è un po’ un mito. Molte ricerche mostrano che il multitasking riduce le nostre capacità cognitive. Le persone non sono davvero attente quando passano da uno schermo a un altro. Pensiamo alle notifiche che riceviamo e alla facilità con cui ci distraiamo. La chimica ci offre una spiegazione. I livelli di dopamina aumentano quando leggiamo notifiche ed email. Da alcune ricerche è emerso che le notifiche non controllate distraggono dal lavoro e ogni volta che ci distraiamo sono necessari 25 minuti per tornare al livello di concentrazione precedente.

Nei nostri rapporti personali o di lavoro confinare la tecnologia al ruolo che le spetta ci aiuta a essere presenti e in contatto con chi ci circonda. Da una ricerca è emerso che quando i cellulari interferiscono nella conversazione le persone sentono che la qualità della conversazione è bassa, che c’è una mancanza di empatia dall’altra parte. Il più bel regalo che si possa fare a una persona è prestare piena attenzione. È quindi  molto importante staccarsi dalla tecnologia per entrare in contatto con il proprio corpo e con le proprie emozioni. Dormiamo meglio, stress e ansia diminuiscono e siamo più allegri. A volte è importante prendersi una pausa e rallentare per essere più efficienti quando decidiamo di essere online. Quindi non avere paura di staccare ogni tanto per interagire poi più consapevolmente online.

Acquisire più consapevolezza delle nostre abitudini digitali online è il primo passo per cambiare e migliorare la nostra relazione con la tecnologia.

Ognuno di noi ha un’idea diversa di come usare la tecnologia per soddisfare le proprie esigenze. La tecnologia deve quindi rispettare la nostra idea di tempo ben speso.

Come si diventa consapevoli delle proprie abitudini digitali? Iniziamo rispondendo ad alcune semplici domande: come trascorri il tempo online? Aggiunge valore alla tua vita? Che cosa cambieresti della tua interazione con il digitale? Fai attenzione al tuo livello di stress quando usi la tecnologia digitale. Che cosa succede se stacchi per un po’? Questa app o questo strumento mi aiuta a raggiungere il mio obiettivo?

In genere, sottovalutiamo il tempo che dedichiamo alla tecnologia. Questo perché spesso si tratta di azioni consuete o inconsce. Con un controllo dell’uso della tecnologia, avremo un quadro completo e capiremo come trascorriamo il tempo su questi dispositivi.

Mantenere il controllo

Esistono due elementi fondamentali: le linee guida digitali, cioè l’uso di app o tecnologie specifiche progettate per aiutarci ad avere un maggiore controllo, e le linee guida fisiche, che riguardano il modo in cui osserviamo l’ambiente e lo spazio personale circostante. Iniziamo con il digitale. Puoi iniziare riducendo oppure selezionando o personalizzando le notifiche sul telefono. Una funzionalità facile da usare è la modalità “Non disturbare”. In genere vengono bloccate tutte le notifiche e si evita di essere interrotti. Puoi impostare delle eccezioni in modo da attivare questa modalità pur continuando a ricevere chiamate in caso di emergenza. Quanto alle linee guida fisiche prova a trascorrere più tempo all’aperto per ricevere stimoli diversi. Perché non provi a iniziare e finire la giornata senza telefono? Caricalo fuori dalla camera da letto, in modo da mettere una certa distanza fisica.

Migliorare la produttività al lavoro

Prendere distanza dal digitale ci aiuta a migliorare i nostri rapporti sia personali sia di lavoro. Alle riunioni di molte organizzazioni ora si va senza dispositivi. Così si fa una scelta consapevole di non controllare i propri dispositivi. Ho due smartphone: uno personale e uno di lavoro. Al lavoro, metto silenzioso o spengo il mio dispositivo personale per potermi concentrare su ciò che faccio. Quando esco dall’ufficio, spengo lo smartphone che uso al lavoro e uso quello personale. Se voglio lavorare concentrandomi davvero li spengo entrambi o li porto in un’altra stanza.

Migliorare la comunicazione con gli altri

Cerca di avere più conversazioni faccia a faccia. Se il tuo interlocutore percepisce la tua distrazione avrà l’impressione di non essere importante per te. Riusciamo a capire meglio gli altri quando siamo totalmente presenti e ci concentriamo a entrare in contatto con loro.

Ci vuole tempo per cambiare abitudini e comportamenti. Potrai approfittare di questo equilibrio e dei vantaggi di un benessere fisico e psicologico nel tuo rapporto con gli altri e nel tuo modo di lavorare.

E tu? come ti rapporti con la tecnologia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come posso aiutarti?